I ciglionamenti di San Miniato

WP_20140515_17_36_48_ProNegli anni ’50 il geografo francese Henri Desplanques aveva studiato i paesaggi della mezzadria nell’Italia centrale. La sua carta, pubblicata nel volume sui paesaggi italiani del Touring club, mostra che tutta la parte collinare della Toscana centrale era interessata da particolari sistemazioni agrarie: ciglionamenti nei terreni sabbiosi, terrazzamenti in quelli rocciosi (Henr iDesplanques, I paesaggi collinari tosco-umbro-marchigiani, in “I paesaggi umani”, TCI, Milano 1977).

Dal Settecento, infatti,  la pratica del terrazzamento si estende dalle pendici rocciose anche alle fasce collinari plioceniche, con i ciglioni dove prevale la sabbia e con le colmate di monte dove prevale l’argilla.

Un bell’esempio di ricostituzione dei tradizionali ciglionamenti si trova a San Miniato in Via Landeschi, via che prende il nome appunto dal quel  Giovan  Battista Landeschi, parroco agronomo che teorizzò e mise in pratica la tecnica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...